La Nuova Medicina di Ryke Geerd Hamer

Cari amici, con il permesso di Stampa Libera (grazie a Laura per la disponibilità!) abbiamo pensato di pubblicare un’esauriente sintesi dell’approccio alla malattia secondo il dr. Hamer. Come si saprà, il dr. Hamer ha proposto la sua “Nuova Medicina” come teoria e pratica per le più insidiose malattie del nostro tempo, offrendo una visione che, a ben vedere, risulta nel complesso non dissimile – nella filosofia per lo meno – dalle teorie olistiche non convenzionali. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta. Buona lettura.
Le cinque leggi biologiche
Queste leggi biologiche, scoperte empiricamente dal dottor Hamer, benché verificate, confermate e documentate in oltre 25.000 casi, sono chiamate “leggi” proprio perché si verificano sempre, in ogni paziente preso a caso, ovunque. Nel caso queste leggi biologiche non trovassero conferma, in anche solo un paziente su cento – come afferma il dottor Hamer – la Nuova Medicina sarebbe da scartare.
Finora, per oltre 20 volte, diversi gruppi di medici hanno esaminato 7, 10, 25, 250 pazienti presi a caso (che il dottor Hamer non conosceva prima) e, seppur talora a malincuore, hanno sempre dovuto ammettere che le leggi biologiche da lui scoperte erano state trovate concordanti nel 100% dei casi. La stessa cosa è avvenuta l’11 settembre 1998 all’università di Trnava.
Grazie alle scoperte scientifiche della Nuova Medicina ci troviamo di fronte ad un reale capovolgimento della comprensione diagnostica dell’attuale medicina scientifica. Abbiamo dovuto, di conseguenza, inserire nel contesto del linguaggio medico attuale una nuova terminologia che si applica agli stessi fatti e agli stessi reperti medici, ma con un significato ed una comprensione del tutto nuova.
MALATTIA
Il concetto della cosiddetta “malattia” si basa sul senso “patologico” caratterizzato da specifici segni o sintomi clinici e reperti laboratoristici; include pure le affezioni non necessariamente legate ad alterazioni organiche come le cosiddette “malattie mentali” o comportamentali.
In effetti vedremo come tutte queste classificazioni di sintomi, reperti o comportamenti dovranno essere completamente riviste a seguito della scoperta delle cinque leggi biologiche.
DHS
Partendo dalla propria esperienza traumatica, dovuta alla morte inaspettata del proprio figlio, il dottor Hamer ha definito DHS (Sindrome di Dirk Hamer) il momento dello choc biologico (estremamente grave, acuto, drammatico e vissuto in un senso di isolamento, che coglie l’individuo impreparato “in contropiede”). La modalità imprevista dello choc ha un’importanza maggiore della rispettiva “valutazione psicologica del contenuto” del conflitto, distinguendo chiaramente questo tipo di choc da un conflitto di tipo psicologico (prevedibile, mediato dalla ragione).
I conflitti biologici sono tutti conflitti arcaici, riscontrabili sia nell’uomo sia nell’animale. In passato consideravamo i “conflitti psicologici” o meglio i problemi psicologici gli unici conflitti importanti. Ciò era un errore. Modificazioni e commutazioni nel cervello sono provocate solo dai conflitti biologici, analogamente negli uomini e negli animali. La definizione dei contenuti conflittuali tiene conto del fatto che questi conflitti devono essere quasi “interanimali”, in ogni caso per “noi mammiferi”: quindi “immediati” e non “mediati” dalla nostra mente umana e con la nostra logica psichica.
Tutti questi contenuti conflittuali naturalmente prevedono una determinata conoscenza della storia dell’evoluzione. Solo allora possiamo capire il conflitto biologico del “sentirsi attaccati, feriti o deturpati”, che organicamente produce il melanoma o nei conflitti corticali il conflitto biologico “di territorio”, il conflitto biologico femminile sessuale “del non accoppiarsi o del non essere posseduta” femminile sessuale, il conflitto biologico “del non poter marcare il territorio”, ecc.
Tutti questi conflitti sono sofferti in modo analogo e in senso molto reale anche dalle creature che ci sono compagne, gli animali, mentre l’uomo spesso patisce questi conflitti in senso traslato (ad es. per l’animale si tratta di un boccone che non può inghiottire, di un reale pezzo di cibo, nell’uomo può anche essere una banconota di valore o una vincita al lotto).
Conflitto bio-logico / conflitto psico-logico
La “logica” biologica non ha nulla in comune con la “logica” psicologica. Essa non attiva nessun relè cerebrale (cosiddetti Focolai di Hamer) e nemmeno le relative manifestazioni organiche. La differenza sostanziale non sarà quindi data dal contenuto del conflitto bensì dalla modalità con cui avviene lo choc. Per lo stesso contenuto conflittuale (ad es. la morte di un famigliare) possiamo avere una DHS solo se lo choc coglie l’individuo inaspettatamente (se, continuando l’esempio, il famigliare deceduto stava bene e nulla lasciava prevedere che sarebbe stato colto da un infarto letale: appunto inaspettatamente).
Programmi SBS
Il programma speciale, biologico e sensato (SBS) della natura si differenzia dal programma di funzionamento normale in quanto, mettendo sensatamente in moto funzioni organiche e comportamentali specifiche, permette all’organismo di funzionare in situazione di catastrofe.
Grazie alla scoperta delle cinque leggi biologiche ci è quindi dato di comprendere che dal punto di vista della filogenesi, che ogni cosiddetta malattia è parte di un programma Speciale, Biologico e Sensato della Natura (SBS): il buonsenso biologico.
Prima Legge Biologica
La legge ferrea del cancro (e di tutte le “malattie”)
La Legge Ferrea del Cancro è una legge biologica inerente non solo al cancro o alle malattie oncoequivalenti ma per tutte le cosiddette malattie.
E’ un sistema sovradeterminato nel senso più rigorosamente scientifico del termine. Significa che se conosciamo bene uno dei tre livelli possiamo dedurre e determinare precisamente gli altri due.
Essa comporta tre criteri:
1- Ogni programma Speciale, Biologico e Sensato (SBS) del cancro o delle malattie oncoequivalente è generato da una Sindrome di Dirk Hamer (DHS), vale a dire da uno choc estremamente acuto, inaspettato, drammatico e vissuto con un senso di isolamento, che si verifica contemporaneamente, o quasi contemporaneamente, ai tre livelli: Psichico – Cerebrale – Organico.
2- Il contenuto del conflitto biologico (quel sentimento che l’individuo percepisce immediatamente, intimamente) determina, nell’istante della DHS tanto la localizzazione nel cervello del cosiddetto Focolaio di Hamer (FH), quanto la localizzazione del tumore o malattia oncoequivalente nell’organo per ogni corrispondente programma SBS.
3- Il decorso del programma SBS sui tre livelli (psiche – cervello – organo) è sincrono, a partire dalla DHS fino al termine della fase di soluzione del conflitto (compresa la crisi epilettica o epilettoide):
– fase di conflitto attivo dalla DHS fino alla soluzione del conflitto:
conflitto a livello emotivo = focolaio di Hamer attivo nel cervello con cerchi concentrici nitidi = fase attiva a livello organico.
– fase di riparazione dalla soluzione del conflitto fino alla normotonia:
tranquillità emotiva = il Focolaio di Hamer edemizza (si gonfia), i cerchi nel cervello risultano sfuocati = fase di riparazione a livello organico.
Seconda Legge Biologica
Il decorso bifasico dei programmi Speciali, Biologici e Sensati(SBS) dei tumori e malattie oncoequivalenti a condizione di arrivare alla soluzione del conflitto (conflittolisi: CL).
schema_hamer
Lo schema rappresenta, partendo da sinistra, il ritmo normale giorno/notte (normotonia).
Al mattino, in concomitanza alla maggiore produzione di corticosteroidi, entriamo prevalentemente in simpaticotonia, siamo svegli e attivi. Verso sera entriamo invece prevalentemente in vagotonia, ci rilassiamo e possiamo dormire.
Dopo una DHS, abbiamo la fase di conflitto attivo chiamata fase di stress, di simpaticotonia permanente o delle “mani fredde” (attivazione dell’innervazione simpatica del sistema nervoso autonomo: vasocostrizione, aumento della frequenza cardiaca e della pressione arteriosa, irrigidimento, sudore freddo, aumento del tasso di noradrenalina nel sangue, ecc.).
In questa fase troveremo le cosiddette malattie fredde (astenie, anemie, consunzioni, ecc.)
Dopo la soluzione del conflitto (conflittolisi = CL) segue la fase di riparazione chiamata fase di rilassamento, fase pcl (postconflittolisi), di vagotonia permanente o delle “mani calde“. attivazione dell’innervazione parasimpatica (o nervo vago) del sistema nervoso autonomo: vasodilatazione, rallento del ritmo cardiaco (bradicardia) e diminuzione della pressione arteriosa
In questa fase troveremo le cosiddette malattie calde (febbre, stanchezza, dolori persistenti, ecc.)
Nel mezzo della fase di soluzione del conflitto la vagotonia permanente è interrotta dalla crisi epilettica o epilettoide che è la “virata di timone” verso il ritorno alla normalità. Questa crisi epilettica o epilettoide corrisponde, a livello vegetativo ad una fase simpaticotonica, a livello cerebrale, alla costrizione violenta del focolaio di Hamer (FH) che in questa fase è gonfio e presenta un edema, permettendo così di espellere i liquidi trattenuti nel corpo durante questa prima fase di riparazione (pcl A), a livello organico: crisi motoria tonico-clonica, conati di vomito, coliche intestinali, lisi polmonare, ittero, infarto del miocardio, ecc.).
Da questo momento l’organismo tende di nuovo a ripristinare tutte le sue funzioni e rientra, alla fine della fase di soluzione, nel ritmo normale giorno/notte.
Terza Legge Biologica
Il sistema ontogenetico programmi Speciali, Biologici e Sensati dei tumori e delle malattie oncoequivalenti (SBS del cancro, SBS delle malattie oncoequivalenti)
Tabella delle correlazioni tra: sistema ontogenetico e legge del decorso bifasico dei programmi SBS dei tumori e delle malattie oncoequivalenti
schema_hamer2
Quarta Legge Biologica
Il sistema dei microbi condizionato ontogeneticamente.
Correlazioni tra cervello, foglietto embrionale e microbi.
schema_hamer3
A sinistra, l’immagine presenta lo schema del cervello, e a destra i microbi corrispondenti che, su ordine del cervello e solo a partire dalla conflittolisi (CL), danno inizio alla loro attività “patologica”. (vedi anche tabella sinottica)
funghi (giallo), ovvero i microbi più antichi del nostro organismo, si attivano esclusivamente cagliando e riducendo tramite necrosi caseosa i tumori degli organi dell’endoderma diretti dal tronco cerebrale (ad esempio adenocarcinoma intestinale) come pure tumori degli organi del mesoderma cerebellare diretti dal cervelletto. I funghi proliferano a partire dalla DHS e diventano patogeni solo dopo la CL.
virus (rosso), che sono i microbi più recenti del nostro organismo, proliferano e si attivano esclusivamente nella fase di riparazione per riparare le ulcere e necrosi dell’ectoderma diretto dalla corteccia cerebrale (ad esempio ulcera della mucosa nasale).
Fra questi due gruppi abbiamo:
batteri acidoresistenti e micobatteri che proliferano a partire dalla DHS e diventano patogeni solo dopo la CL, per eliminare tramite necrosi caseosa i tumori degli organi dell’endoderma diretti dal tronco cerebrale e del mesoderma cerebellare diretti dal cervelletto (ad esempio adenocarcinoma mammario).
batteri (arancione) che proliferano e si attivano esclusivamente dopo la conflittolisi, per riparare le necrosi degli organi dell’ectoderma e del mesoderma del neoencefalo diretti dalla corteccia e dal midollo cerebrale (cosiddetta sostanza bianca).
Quinta Legge Biologica
Il senso dei programmi Speciali, Biologici e Sensati (SBS) della Natura
(la quintessenza)
Alla luce della Nuova Medicina, con le sue cinque leggi biologiche, riproducibili e verificabili su ogni paziente preso a caso, non è più possibile ignorare il nuovo modo di pensare che l’accompagna.
Per la prima volta nel campo della medicina scientifica assistiamo ad un reale capovolgimento della comprensione diagnostica. La conoscenza delle cinque leggi biologiche della Nuova Medicina ci permette di determinare secondo quali criteri si sviluppano tutte le nostre malattie. Essa ha appurato che non si tratta di vere e proprie malattie, ma parti di un programma speciale, biologico e sensato della natura. Le fasi di conflitto attivo sono altresì necessarie e possono aiutare a risolvere un conflitto. In effetti, un conflitto presente nell’ambito della natura è per noi qualcosa di positivo, di sensato dal punto di vista della filogenesi (la storia dell’evoluzione).
Quando ad esempio un boccone troppo grosso resta bloccato in un punto del all’interno del colon, allora vedremo sensatamente attivarsi il corrispondente relè nel tronco cerebrale, attivando sensatamente i corrispondenti programmi SBS, sia per produrre maggiore peristalsi e quindi spingere il boccone più avanti, sia un adenocarcinoma fortemente muco-secernente proprio a monte del boccone bloccato per inizialmente farlo scivolare grazie al muco, e in seguito spingerlo via con il tumore stesso. quando poi il boccone si è rimesso in moto allora vedremo sensatamente che il tumore smette istantaneamente di crescere e i funghi (es. candida) o i micobatteri presenti (es. TBC) iniziano la loro attività di riduzione del tumore per necrosi caseosa sino al completo ripristino del canale intestinale.
Se ora valutiamo i sintomi abbiamo in fase attiva del conflitto: simpaticotonia, peristalsi accelerata nella zona del boccone bloccato e quindi coliche intestinali locali; in fase di soluzione avremo: vagotonia peristalsi accelerata in tutto l’intestino, ev. anche diarrea con muco intestinale e, dopo qualche crampo intestinale, anche un pò di sangue (buon segno! = crisi epilettoide e ritorno alla normalità)
Come possiamo vedere, è la prima volta in medicina che abbiamo la possibilità di avere una visione d’insieme di tutte le nostre malattie, contemporaneamente, sul piano psichico, cerebrale e organico; fase attiva, fase di riparazione; foglietti embrionali e relativi relè cerebrali; neoencefalo, paleoencefalo; mancino, destrimane; ecc.
Bibliografia:
Hamer Ryke Geerd, Testamento per una Nuova Medicina, Ed. Amici di Dirk, 2005.
Hamer Ryke Geerd, Il cancro e tutte le cosiddette malattie – Breve Introduzione alla Nuova Medicina Germanica, Ed. Amici di Dirk, 2005.
Articolo originale su http://www.stampalibera.com/?page_id=1762
Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in 3 - Psiche, soma e dintorni e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a La Nuova Medicina di Ryke Geerd Hamer

  1. Laura ha detto:

    Grazie a voi per aver pubblicato l’articolo e complimenti sinceri per l’ottimo lavoro che fate!
    A presto

  2. anna ha detto:

    Sono sempre + convinta che Hamer abbia ragione, solo non riesco a far conciliare le malattie con l’inquinamento ambientale. Sono delle concause?

    • spaziomente ha detto:

      In effetti diverse cose non riescono ad essere incastrate nella sua teoria. Mi viene in mente anche l’innegabile influenza dell’alimentazione sul nostro stato di salute. Ma forse siamo così complessi che formulare una teoria – e organizzare una pratica – tenendo conto di tutti i fattori che agiscono su di noi potrebbe essere impossibile…

  3. Pingback: Rassegna di POST dei gruppi di Facebook (mente e cervello – 2) | Inconsci2's Blog

  4. Maria ha detto:

    Ci sono troppi ‘giri’ economici…che ostacolano queste teorie, in quanto ‘gratis!! Il mondo è pieno di business e a chi comanda non conviene credere e accettare le teorie del dottor Hamer…io da quando le conosco vivo meglio e con me anche i miei familiari..
    Mi auguro che sempre più gente venga a conoscenza dei segnali che il nostro corpo ci dà!
    GRANDE HAMER

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...